Brian Eno – Apollo: Atmospheres And Soundtracks

Published On 30 giugno, 2017 | By Leontina Paolone | Album Consigliati, Musica

nel 1983 ha creato un tappeto sonoro di 49 minuti, che potrebbero sembrare pochi o forse troppi, ma preziosi ed unici, inutilmente classificabili.
“Apollo: Atmospheres And Soundtracks” presenta dodici tracce come stelle cadute sulla terra.
Sonorità leggere, etere che diventano per l’ascoltatore quasi una seconda pelle.
Un viaggio immaginario in un’altra galassia, un disco che ci permette di essere qui e contemporaneamente a migliaia di km, in un posto incontaminato dove nulla si distingue e non c’è forza di gravità.
Un album che oltre alla partecipazione del grande chitarrista Daniel Lanois è stato anche la colonna sonora di un documentario sulla missione Apollo della Nasa. ( scelta non casuale!)
Nell’album predomina il concetto dell’assenza e dell’annullamento dell’ego, in sonorità che sembrano figlie dell’universo e quindi impossibile da decifrare.
Ascoltare questo disco è come entrare a far parte di un rito, riuscire ad uscire dal proprio corpo e trovarsi altrove, lontani dalla terra anni luce.
Una delle composizioni più belle della musica ambient in generale è la traccia numero cinque “En Ending (Ascent)” brano stupendo che da solo vale l’ acquisto del disco.
L’assenza di ritmo, la mancanza di tempo, della melodia (lontano dalla forma canzone) la mancanza di una voce umana, di un peso (non ci sono strumenti, nè musicisti) presenta elementi cari ai lavori del genio ” non-musicista ” Brian Eno.
Descrivendo la realizzazione dell’album Eno dichiarò: “ciò che mi affascina di questa musica è il suo approccio divertente con il cosmo. Le sue sonorità sono quelle di uno spazio leggendario, che in realtà non può esistere”
Un disco superbo consigliato agli amanti dell’ ambient, creatore di atmosfere rarefatte e rilassanti, senza cali di tono dall’inizio alla fine.
Ma ricordate una cosa, la musica di questo viaggio non ci appartiene.

Like this Article? Share it!

About The Author

Rispondi