THE FINAL CUT – PINK FLOYD (1983)

Published On 18 giugno, 2018 | By DrMadness | Album Consigliati, Musica

Secondo le originarie intenzioni di Roger Waters, “The Final Cut” avrebbe dovuto costituire un’ideale prosecuzione di “The Wall”.

La registrazione dell’album fu lunga e travagliata e segnata da innumerevoli problemi e tensioni, quasi che il suo stesso titolo, evocasse il crollo della band dopo un’armonia creativa durata quasi venti anni.

“The Final Cut” è un album concettualmente pervaso dall’incubo bellico, segnato dall’ orrore della guerra, attraversato da un cupo pessimismo per il destino di un’umanità in battaglia. Un finale disperato e rassegnato che Mason e soprattutto Gilmour non condividevano.

Nei 12 brani le parti strumentali sono ridotte, la chitarra di Gilmour sembra imbavagliata ed il canto di Waters si presenta come un’estrema confessione.

Nel clima drammatico di tutto il disco, la sola eccezione è rappresentata dal brano “Not Now John” unico pezzo ritmato.

Fu pubblicato il 23 marzo del 1983, quattro  anni dopo “The Wall”. Interamente composto da Roger Waters è una “omaggio estremo” ispirato alla figura di Eric Waters, padre di Roger morto nel corso della seconda guerra mondiale ad Anzio.

“The Final Cut” rappresenta il più drammatico urlo di dolore antimilitarista, contro una battaglia reale ma soprattutto interiore.

Un disco per un padre mai conosciuto, una protesta contro la guerra, triste, ma meravigliosamente sofisticato.

Like this Article? Share it!

About The Author

Dr. Madness la memoria storicovisiva del decennio ... chiuso nel loop spaziotemporale degli anni 80 . IL DR.MADNESS VI CONDURRÀ IN UN VIAGGIO AUDIOVISIVO E NELLA MEMORIA STORICA DEL DECENNIO CON LE RUBRICHE : -COPERTINE INDIMENTICABILI . LE COPERTINE DEI DISCHI... L'IMMAGINE DELLA MUSICA ….. RACCONTARE L'IMMAGINE IN RADIO. - MEMORIE STORICHE DEL Dr.Madness - RICORDI DI CLUB , ROCKTECHE , LUOGHI DI IMMAGINE STILI DI VITA E DI PENSIERO DEL DECENNIO ….... Dr. Madness chiuso nel loop spaziotemporale gira ad ottantallora.

Rispondi