Un saluto a Vito Catozzo, la più improbabile guardia giurata degli anni 80

Published On 4 luglio, 2014 | By Mr Glam | Spettacolo!, Trasmissioni Televisive

La notizia è su tutti i network. La scomparsa di Giorgio Faletti è una di quelle cose che mai uno vorrebbe sentire. Viene meno un grande protagonista della cultura italiana, che ha saputo cimentarsi in ogni ambito, dalla letteratura alla musica passando per il cinema, la tv e l’arte sempre con lavori di qualità e risultati di pregio. Leggi qui e qui

C’è un momento storico dove lo abbiamo imparato a conoscere, ovvero con il programma Drive In (la trasmissione di Antonio Ricci andato in onda su Italia 1, la domenica sera, dal 1983 al 1988). Tra i suoi personaggi interpretati spicca Vito Catozzo, ovvero la guardia giurata più famosa degli anni ’80.

Quelle che seguono sono alcune delle battute più famose dell’improbabile tutore dell’ordine:

Perché io so’ Vito Catozzo, un vero maschio! Io tratto le donne come tratto i delinquenti! Ci ho mia moglie Derelitta che ha un rapporto peso-potenza 1:1. 140 chili, 1 metro e 40… Pure la dieta mi va a fare, mondo cano: mi diventa 110 chili… Ci ho detto: “Derelitta, se volevo un’indossatrice la sposavo, maiala la mandria con tutti i mandriani!” (il rapporto peso potenza è ancora una delle battute più simpatiche in assoluto)

 

Che se io saprei che mio figlio mi diventerebbe un orecchione, porco il mondo che c’ho sotto i piedi, vivo ce lo faccio mangiare il certificato di nascita.

 E’ proprio “porco, il mondo che ci ho sotto i piedi”. Ciao Giorgio!

Like this Article? Share it!

About The Author

"Sono le 22.30 di mercoledì e tutti i barbogi del pianeta seduti sul sofa sorbiscono sherry, mentre quelli che amano il rock and roll sono pronti a rockare e rolleggiare ancora una volta.. Siete su Ottantallora e io sono MrGlam e lui è DjMaxo, e conto su di voi per il conto alla rovescia.. all'estasi e al rock all day... and all of the night!"

Rispondi